Servizi cimiteriali, buone nuove per i dipendenti

[pro_ad_display_adzone id="159437" random="true"]

Si ridimensiona in maniera significativa, dopo la conferenza stampa indetta dalla Filcasm-Cgil svoltasi ieri, la problematica esplosa in merito al nuovo appalto per la gestione dei servizi cimiteriali. Anzi, dopo il confronto avuto ieri mattina in Comune tra l’assessore Ferrazzano, la dirigente Barone, i rappresentanti dell’impresa aggiudicataria il segretario regionale dalla Filcasm-Cgil, Daniele Capuano, possiamo dire che quella che poteva apparire inizialmente come una nuova vertenza territoriale è invece riuscita ad approdare ad una giusta risoluzione. A darne ancora notizia è nuovamente Daniele Capuano, il quale, a margine dell’incontro, spiega le sostanziali buone novità emerse dallo stesso. “Sostanzialmente è emerso che la nuova azienda non vuole non riassumere i lavoratori ma bensì li riassumerà dopo un percorso formativo. Questo perché, in linea con la proposta presentata al Comune di Termoli, in cui era prevista una precisa riorganizzazione ristrutturazione di tutto il cimitero, l’impresa ha la necessità di dotarsi di un certo tipo di professionalità, un know how che oggi i lavoratori della ditta uscente non possiedono”. Proprio per quanto riguarda i lavoratori c’è da puntualizzare che non si tratta di 5 lavoratori come annunciato nelle scorse ore ma bensì soltanto 4 perché un lavoratore risultava già fuoriuscito dalla vecchia impresa che gestiva il cimitero termolese. “In conclusione – spiega Capuano – la nuova ditta riassorbirà tutti lavoratori. Riprenderà i part-time a 24 ore, mentre i full-time a 28 ore, ma dietro questa diminuzione delle ore lavorative c’è appunto la partecipazione a dei corsi di formazione specifici che verranno espletati nei prossimi tre mesi. Dopodiché, passati questi tre mesi, le parti sociali si rincontreranno e ridefiniranno un nuovo contratto”. Naturalmente la notizia è stata accolta in maniera positiva dal segretario e dai lavoratori, visto che rappresenta sicuramente una prospettiva ben diversa rispetto quella paventata martedì a margine della conferenza stampa. Ciò nonostante Capuano ci ha comunque tenuto a puntualizzare un aspetto. “Tutta questa vicenda si sarebbe potuta evitare se fosse avvenuto prima un confronto tra le parti. Sarebbe bastata una semplice telefonata per assicurare gli animi e chiarire il tutto, visto che l’azienda ha chiaramente detto che non ha nessun tipo di problema ripristinare l’orario previsto dal vecchio contratto a fronte di una giusta formazione dei dipendenti”. 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi
[pro_ad_display_adzone id="159441" random="true"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *