Scuole, ore decisive per le sedi

App Quotidiano Popup

Ore d’attesa, a Isernia, per le decisioni sull’assegnazione delle sedi scolastiche. E intanto anche i genitori degli alunni delle elementari Ignazio Silone sono pronti a rivolgersi al sindaco per questioni legate all’attuale collocazione.

Dopo l’incontro di venerdì mattina al Comune di Isernia, che aveva visto la presenza del sindaco Giacomo d’Apollonio, dell’assessore all’Istruzione Sonia De Toma e degli esponenti dei consigli d’istituto di ‘Giovanni XXIII’ e ‘San Giovanni Bosco’, si aspetta la comunicazione ufficiale del piano scolastico da parte dell’amministrazione. La riunione aveva fatto seguito all’incontro di pochi giorni prima tra i vertici di Palazzo San Francesco, le due dirigenti scolastiche di ‘Giovanni XXIII’ e ‘San Giovanni Bosco’ e la dirigente dell’Ufficio Scolastico regionale Anna Paola Sabatini. Le ipotesi circolate a seguito del primo incontro, ovvero la possibilità di trasferire gli studenti delle medie ‘Giovanni XXIII’ nei locali della scuola ‘Tagliente’ di San Lazzaro aveva spaccato l’opinione pubblica. Per i favorevoli veniva valutata positivamente la collocazione degli studenti della media in un edificio che garantisce il rispetto dei criteri di sicurezza, per i contrari non era ritenuto opportuno il conseguente trasferimento in un’altra sede della scuola elementare attualmente collocata in tali locali, facenti capo all’istituto comprensivo ‘San Giovanni Bosco’. Di qui la convocazione della seconda riunione con i consigli d’istituto, al termine della quale non sono giunte notizie ufficiali.

Tra le possibilità oggetto di dibattito circolate a fronte dell’incontro, che al momento restano semplici indiscrezioni, sempre nell’ottica si un’organizzazione che porti alla creazione di due poli scolastici ci sarebbe quella di riunire a San Lazzaro la ‘San Giovanni Bosco’. Ossia di portare le medie dell’Andrea d’Isernia nell’edificio situato nei pressi della chiesa San Giuseppe lavoratore, con le elementari, di mantenere l’altra scuola elementare nei locali della ‘Tagliente’ e di mantenere, per ora i bambini dell’infanzia nei locali dell’area industriale di Miranda. Per contro, in base a tale ipotesi, la ‘Giovanni XXIII’ andrebbe a San Leucio: con le medie e le elementari che prima erano a San Lazzaro nel nuovo edificio in fase di realizzazione, accanto al plesso dell’Infanzia e delle elementari già collocato a San Leucio nei locali alle spalle della Chiesa Santa Maria Assunta. Ipotesi, avanzata in base ai numeri della popolazione scolastica dei due plessi, che si contrappone a quella della riunificazione della ‘Giovanni XXIII’ a San Lazzaro con lo spostamento delle Medie nella ‘Tagliente’ e la collocazione, senza smembramenti, della San Giovanni Bosco in una stessa area al centro della città.

Intanto, sulla questione sedi, si stanno muovendo anche i genitori degli alunni della scuola elementare ‘Ignazio Silone’, più precisamente delle classi allocate nei locali dell’ex centro anziani. Le famiglie hanno preparato una lettera aperta indirizzata al primo cittadino e all’assessore al ramo, e si accingono a protocollarla al Comune. Col documento intendono puntare l’attenzione su quella che, a loro avviso, è la situazione precaria delle aule. Quello su cui i genitori puntano il dito è il rispetto della normativa antisismica, le condizioni igienico-sanitarie (lamentando problemi di umidità e la presenza del bagno è in comune) e l’illuminazione delle aule, giudicata limitata. Essendo venuti a conoscenza dagli organi d’informazione di un programmato intervento sullo stabile, le famiglie chiedono di essere messi a conoscenza della tipologia dell’intervento edilizio e dei relativi tempi di realizzazione.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *