Raid di furti, ignoti irrompono nella sagrestia della chiesa del Carmelo

Safety consulting

TERMOLI – Hanno danneggiato le porte, anche quella della sacrestia, dello studio del parroco e della stanza della fotocopiatrice per accaparrarsi soldi e tutto quello che di valore hanno trovato nei locali. Ancora un furto nella chiesa della Madonna del Carmelo di Termoli. I malviventi sono entrati in azione nella notte tra giovedì e venerdì ma il colpo è stato scoperto solo ieri mattina quando le persone che spesso danno una mano in parrocchia sono andate ad aprire e hanno trovato tutto distrutto e messo a soqquadro. Ancora non è possibile quantificare il bottino ma certo i danni sono stati rilevanti così come il disappunto da parte di chi ha voluto fermamente condannare l’atto. E intanto continuano anche i furti negli appartamenti a Termoli dove i malviventi pare abbiano preso di nuovo l’abitudine di ‘contrassegnare’ i citofoni degli appartamenti da svaligiare con strani ‘simboli’. E’ accaduto in via Polonia e nei pressi della scuola media Brigida dove la proprietaria aveva lasciato l’appartamento per andare a trovare il figlio per le vacanze di Pasqua. In entrambi i casi i proprietari, una volta tornati a casa, hanno trovato l’appartamento completamente messo sotto sopra con i cassetti aperti, le poltrone rovesciate e gli armadi svuotati in fretta e furia. Denunce sono state presentate alle forze dell’ordine che stanno indagando sugli episodi che sono accaduti.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *