Pellegrino e Cerio, due campioni molisani di poker sportivo

50k visualizzazioni

Arrivano direttamente dal Molise due dei più grandi talenti del poker sportivo italiano. I loro nomi sono Massimo Nicola Pellegrino e Marco “Sukor” Cerio. Di Campobasso il primo e di Termoli il secondo, i due molisani hanno iscritto più volte il loro nome nell’albo d’oro dei tornei nazionali e internazionali più importanti. Andiamo a conoscere le loro carriere e gli obiettivi per il futuro.

Massimo Pellegrino non era uno dei giocatori più noti al grande pubblico quando, il 24 luglio 2014, ha ottenuto uno di quei risultati che possono cambiare una carriera. Siamo a Saint Vincent in occasione della quarta tappa dell’IPT, il più importante circuito di poker sportivo nazionale. Gli iscritti al Main Event della manifestazione sono 363. Dopo tre giorni di torneo e prima del tavolo finale il cheapleader è proprio Massimo Pellegrino.

Il giorno della finale il molisano non si lascia condizionare dalla tensione, sfrutta le sue doti strategiche e vince la quarta tappa dell’IPT6 battendo due campioni come Gianni Paolo Bussolino e Dario Nittolo. Niente male per un giocatore che non si considera un professionista e che gioca a poker soprattutto per passione.

Molto amico di Dario Sammartino, una vera e propria istituzione del poker sportivo italiano, Pellegrino gioca da diversi anni e ha partecipato a diversi tornei in Italia e in Europa, specializzandosi nel cash game. Ultimo risultato di prestigio in ordine di tempo la vittoria nel King’s Sunday dell’IMOP 2015. Nonostante i buoni risultati ottenuti anche nei side event degli IPT, il molisano non sembra intenzionato a percorrere la strada del professionismo e il suo obiettivo per il futuro è quello di scovare nuovi talenti locali del poker sportivo per formarli e aiutarli nei primi passi della carriera.

Mario Cerio è originario di Termoli e negli ultimi anni si è costruito una solida reputazione come grinder online. Conosciuto e apprezzato dalla comunità pokeristica nazionale con i nickname di “Sukor” e “Zucchero79”, il molisano ha ottenuto una serie di ottimi risultati al tavolo verde virtuale. Il più importante risale a febbraio 2010. In occasione del Sunday Special di PokerStars, il torneo domenicale di maggior prestigio della Casa della Picca Rossa, Cerio si rende protagonista di una grande rimonta e dopo essere partito dalla venticinquesima posizione risale la classifica fino a trovarsi in heads up contro Simone Folini. Nell’uno contro uno finale il molisano farà valere le sue grandi doti strategiche e riuscirà a vincere la resistenza del quotato avversario.

Cerio inizia ad avvicinarsi al Texas Hold’em dopo le prime esperienze con il poker all’italiana. I primi approcci alla variante a due carte sono datati 2006. La scintilla scatta in fretta e il molisano decide di approfondire lo studio della disciplina su testi storici come “Internet Texas Hold’em” di Hilger e “Theory of Poker” di Sklansky. Un percorso di studi che gli ha permesso di raggiungere ottimi risultati nell’online e di elaborare una strategia di gioco vincente.

Non mancano le esperienze nel poker live. Il ragazzo di Termoli si è qualificato per i Main Event IPT di Venezia e Nova Gorica nel 2010 e ha partecipato all’evento finale dell’Hollywood Poker Open di Las Vegas nel 2014.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *