Pedoni investiti, è record nel capoluogo pentro

Matrix

Nel Molise sono in forte aumento gli investimenti di pedoni. È quanto viene fuori da uno studio del Centro studi “Continental” secondo cui – come, per esempio, tra il 2008 e il 2013 – gli incidenti stradali sono diminuiti del 12%, fatta eccezione per i sinistri che hanno avuto a protagonisti i pedoni che, in ambito regionale, sono lievitati addirittura del 47,2%. A far registrare l’incremento maggiore è stata la dinamica del capoluogo pentro dove, in cinque anni, il loro numero è aumentato del 75%, continuando ancora oggi in questo “trend”. È “andata meglio” a Campobasso dove i pedoni investiti nello stesso periodo sono stati il 39,3%.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Una risposta su “Pedoni investiti, è record nel capoluogo pentro

  1. Simonetta

    Niente paura, anche nel capoluogo di regione c’è il record, perché c’è la stessa, identica maleducazione stradale! Recatevi in via Cavour e capirete: dovete stare fermi per dei minuti sulle strisce pedonali prima di attraversare e dopo -come faccio SEMPRE io- aver intimato agli automobilisti incivili -senza troppa diplomazia, perché tanto non la meritano- di fermarsi. Il sindaco sonnecchia e si limita a ridipingere le strisce o gli pseudo-dissuasori di velocità, le pattuglie della polizia non sono mai presenti perché impegnate altrove, di vigili urbani neanche l’ombra. Mi auguro vivamente che questi automobilisti, che non sanno neanche lontanamente che cosa significhi EDUCAZIONE STRADALE, vengano incastrati dalle forze dell’ordine e rivedano la patente dopo molto, ma molto tempo. Poi riderà bene chi riderà ultimo!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *