Nove anni dalla tragedia de L’Aquila, il Molise non dimentica le sue 6 vittime

App Quotidiano Popup

Sono trascorsi 9 anni da quel tragico giorno che dilaniò la città de L’Aquila. Un boato sordo e 309 vittime spezzate da un tremore incontrollato, imprevedibile e che non lascia scampo. Vittime anche 4 giovanissimi molisani che si trovavano nel capoluogo abruzzese e rimasti schiacciati a seguito del crollo della palazzina dove risiedevano. Michele Iavaniglio, Elvio Romano, Danilo Ciolli e Vittorio Tagliente tutti poco più che ventenni lasciano una ferita ancora aperta insieme a Luana Paglione, sposata con un molisano, e Ettore Sferra, un anziano originario di Forlì del Sannio.

L’Aquila ricorda i suoi figli con una fiaccolata segnata dal silenzio e dal ricordo, alla quale ha voluto partecipare anche il Comitato vittime della Scuola Iovine di San Giuliano di Puglia.

Il sindaco Battista si stringe al dolore ancora vivo degli aquilani e sopratutto a quello delle famiglie dei molisani “che sono rimasti sotto le macerie di una città che la furia di un terremoto ha reso irriconoscibile. A loro va il mio commosso ricordo – scrive il primo cittadino in una nota – perché mai bisogna dimenticarli. A loro giunga il mio abbraccio e la mia ammirazione per aver reagito con tanta forza ad una simile tragedia che ha scosso il mondo intero”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *