Nonna Ida taglia il traguardo dei 100 anni

Tra i fortunati che hanno raggiunto l’ ambito traguardo dei cento anni, anche la signora Ida della Ventura Palermo di Campobasso che ieri ha festeggiato il lieto evento circondata dall’affetto dei suoi cari. Ieri mattina la dolce nonnina ha ricevuto anche la visita del primo cittadino, Antonio Battista, che le ha consegnato in omaggio una targa ricordo, e dell’arcivescovo Giancarlo Bregantini da cui ha ricevuto una gradita benedizione, insieme alla famiglia. La signora Ida nasce a Ripalimosani il 17 marzo del 1917 da genitori titolari di una avviata sartoria. Nel 1946, dopo il difficile periodo della guerra, sposa Nicola Palermo, con il quale si trasferisce a Campobasso per aprire il noto Mobilificio “Fratelli Palermo”. Premurosa ed attenta, mamma di 4 figli, Enzo, Anna Maria, Rosanna e Rita, si è sempre prodigata incessantemente per accudire la sua famiglia, con esemplarità e amore, senza risparmiarsi mai. Ottima cuoca (è ancora famosa la sua pasta fatta in casa), ha sempre coltivato rapporti di amicizia con franchezza e affetto. Nonna di 9 nipoti: Simona, Stefano, Valeria, Luigi, Roberto, Silvia, Ida, Marco e Paola e bisnonna di 7 pronipoti: Elena, Miriana, Benedetta, Ludovica, Giulia, Antonio, Olivia (un altro in arrivo!), non ha fatto mai mancare loro sorrisi, gentilezza e buon esempio. A Nonna Ida, in occasione del suo centenario, i più cari auguri da tutta la famiglia, a cui si associa anche la Redazione de “Il Quotidiano del Molise”. Msr  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *