Mercato, Di Baggio contrario allo spostamento da piazza Celestino V

Spostamento del mercato da piazza Celestino V, un’ipotesi che vede contrario il consigliere di minoranza Roberto Di Baggio, che tramite Facebook preannuncia il proprio voto contrario a tale ipotesi.  “Perché – scrive Di Baggio – quando finalmente, dopo anni, ero riuscito a ricompattare il mercato che era sfilacciato a causa dei lavori per il rifacimento della piazza, ormai terminati da tempo, oggi non vedo alcuna motivazione seria per spaccare di nuovo il mercato a metà, quando sia il Regolamento sia la tradizione storica lo prevedono in quella zona”. Inoltre, secondo l’esponente d’opposizione con lo spostamento una parte del centro storico “verrebbe di nuovo abbandonata, a danno sia dei titolari dei negozi che sono in quel tratto sia delle bancarelle. Per non parlare del traffico di auto lungo via D’Apollonio e via Gramsci, oggi invece zona di passeggio. Nel rispetto della sicurezza e a beneficio anche di quelle poche attività commerciali che ancora resistono”. Invece, per il consigliere, “bisognerebbe semplicemente rifare il bando pubblico per la stipula delle nuove concessioni, visto che quelle che ci sono stanno per scadere, prevedendo le migliorie per coloro che ne hanno diritto. E niente più. La planimetria attuale prevede che la visuale della Fontana sia libera, se poi i banchi si dispongono diversamente non è che per questo si levano tutti gli altri”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *