“Per lavorare tranquillo devi pagare”, sgominato giro di estorsioni

“Per stare tranquillo e lavorare sereno devi pagare”. Sono otto indagati tra cui anche due vittime per l’accusa di favoreggiamento, le persone che sono finite nel mirino dei Carabinieri del Comando provinciale di Campobasso e della Compagnia di Larino nell’ambito dell’operazione “Distractor” che all’alba di questa mattina ha portato all’esecuzione di quattro misure cautelari, una in carcere, una ai domiciliari e due obblighi di dimora nei confronti di tre molisani e un residente nella provincia di Foggia.

Sotto la lente nel corso della conferenza stampa a cui ha partecipato anche il procuratore di Larino, Ludovico Vaccaro, il fenomeno dell’estorsione e quello del ‘cavallo di ritorno’. 12 gli episodi accertati tra quelli che si sono consumati e quelli che invece sono stati solo tentati. La Procura aveva chiesto anche la misura cautelare nei confronti di altre due persone per le quali, però, il Gip non ha trovato elementi sussistenti “pur approvando tutto il quadro inquisitorio e accusatorio”. Tra gli indagati anche due vittime che non hanno voluto denunciare e sono state accusate di favoreggiamento. Per il procuratore Vaccaro “è necessario denunciare. Questo territorio è ancora sano ma se non si denunciano episodi del genere si rischiano infiltrazioni pericolose”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *