La ?Processione di Carletto? arriva a Bologna

Gioved? 29 agosto Piazza Maggiore, Bologna

Grande attesa a Piazza Maggiore quando, nel pomeriggio di gioved? 29 agosto, arriver? la Processione di Carletto, performance artistica che intende decretare l?inizio del cambiamento dell?arte attraversando l?Italia a piedi dal Molise al Friuli con due asine e un cane.

Partita il 15 luglio dal Molise con l?obiettivo di giungere in Friuli il 13 settembre, Michele Mariano ?curatore della realt?? e la giovane promessa dell?arte italiana Simona Bramati, gli asini Carletto e la figlia Agalma e il cane Giulio stanno percorrendo 1000 chilometri rigorosamente a piedi lungo antichi tratturi, sentieri montani e ora attraverso la pianura padana.

Ma Carletto ? di pi?, ? il re del movimento culturale e artistico che ? nato con la Processione ?per superare fisicamente e concettualmente la Biennale di Venezia e tutto l?immobilismo che rappresenta?. Questo ruolo regale verr? riconosciuto a Carletto con ?L?Incoronazione? del 29 agosto a Piazza Maggiore alle ore 18:00 dove sar? presente l?assessore alla mobilit? Andrea Colombo e l?associazione Bologna Pedonale. La corona ? stata progettata e realizzata dall?artista bolognese Giulia Mattioli mentre il momento simbolico dell?incontro con la citt? felsinea avverr? negli spazio di Campogrande Concept, nel Palazzo Pepoli Campogrande, tra le pi? insigni dimore senatorie, a due passi dalle torri. La videomaker Federica Biondi proseguir? nell?appuntamento bolognese le riprese del film documentario prodotto dall?agenzia di comunicazione 99 Million Colors di Jesi e da Vittoria Pesante di Bologna ( www.laprocessionedicarletto.eu ).

Una provocazione artistica ?per rimettere in movimento corpi, coscienze e arte immobilizzati dalla crisi globale? sostenuta concretamente da Celant-Tel srl, PetrolGas, Istituto Marchigiano Tutela Vini Doc e Movimento Turismo Vini Molise.?Un po? Armata Brancaleone e un po? Don Chisciotte, ma anche con venature di Spedizione dei Mille e Marcia su Fiume di D?Annunzio, la Processione di Carletto conquista simpatie e consensi, oltre all?interesse delle riviste d?arte nazionali e dei media, raccontando gli incontri con persone e luoghi dimenticati ma ricchi di vero vissuto ?perch? innovazione ? rivisitazione ed evoluzione della tradizione? sostengono gli artisti.

Carletto – che in realt? ? un?asina, madre di Agalma, a cui ? rimasto il nome maschile perch? Mariano attendeva un maschio – ? il cuore pulsante dell?iniziativa, ruolo datogli con la solenne investitura dell?8 agosto a San Vittore di Genga (An) e con specifico mantello realizzato dall?artista Giovanni Gaggia di Pergola. Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *