Ittierre: grazie presidente

Tirano un sospiro di sollievo gli ex lavoratori di quella che un tempo era una delle aziende d’oro del mezzogiorno, l’Ittierre. L’altra mattina, una rappresentanza di circa 15 ex lavoratori, si è recata al Tribunale di Isernia per incontrare e ringraziare a nome di tutti gli ex dipendenti il Presidente del Palazzo di Giustizia, il giudice Enzo Di Giacomo. “Solo l’interesse e l’attività specifica del giudice ha permesso a noi, ex lavoratori, di recuperare quasi il totale delle somme. Non avevamo dubbi, che sarebbe riuscito a restituirci il sorriso” spiegano in coro gli ex  dipendenti. Ora manca solo il 40% , che sarà comunque saldato a breve. Soddisfatti anche i legali che hanno accompagnato la delegazione, gli avvocati Lucia Mascitto e Raimondo Fabrizio. Sull’intera vicenda dello stabilimento tessile, avvolto da una coltre di ombre, finalmente una buona notizia che restituisce almeno in parte dignità e serenità ai tanti lavoratori rimasti senza lavoro.

Intanto sulla situazione degli ex Ittierre, interviene anche Marco Amendola di ‘Liberi e Uguali’ che dice: ”Tra pochi mesi centinaia di famiglie molisane si troveranno ad affrontare una non sottovalutabile condizione di difficoltà che si colloca all’interno di una crisi economica e sociale senza precedenti. A seguito di un incontro con alcuni ex lavoratori dell’ITR a fine cassa integrazione, emerge, ancora più evidente il senso di tradimento, di solitudine e di abbandono subito dai lavoratori prima dalle istituzioni Regionali poi da quelle Nazionali. Alla luce delle istanze dei lavoratori interessati riecheggia come la questione lavoro e la questione sociale siano state una sconfitta, una delle tante scommesse perse. È necessario – sostiene Amendola – che la Regione, invece di impegnarsi nelle solite ed inutili promesse elettorali, si faccia carico con serietà, almeno per una volta, di ascoltare le richieste dei lavoratori dando risposte concrete a chi oggi non ha più speranza per il futuro. In attesa di soluzioni definitive e di una possibile rioccupazione chiediamo, con forza, che la Regione metta in campo tutti gli strumenti necessari per una proroga della mobilità o di nuove misure economiche di sostegno sociale”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *