In Molise il Festival del cinema spagnolo

[pro_ad_display_adzone id="159437" random="true"]

CAMPOBASSO. Inizia domani a Campobasso, dopo l’esordio romano, l’undicesima edizione del Festival del Cinema Spagnolo, che proseguirà fino a dicembre in altre 10 città italiane.

Lo spazio (per il secondo anno consecutivo) è quello dell’auditorium del Palazzo Gil in Via Milano, la formula resta quella delle scorse edizioni con due proiezioni giornaliere. Il festival promosso da Exit Media e dall’Ufficio Culturale dell’Ambasciata di Spagna, vede la partnership dell’Associazione musicale Thelonious Monk, del collettivo KMD e il patrocinio della Fondazione Molise Cultura, è una manifestazione itinerante che fin dai suoi inizi promuove in tutta la penisola il cinema di qualità spagnolo e latinoamericano, con l’obiettivo di creare ponti con l’Italia, nell’ottica di una reciproca condivisione che alimenti lo scambio e le possibili coproduzioni. Le proiezioni sono in alta definizione e sempre rigorosamente in versione originale con sottotitoli in italiano.

Ad aprire le serate del festival, domani sera alle ore 19 il film “El Autor”, di Manuel Martín-Cuenca, vincitore di 2 premi Goya per gli attori Javier Gutiérrez e Adelfa Calvo – che sarà ospite del festival – e Premio FI- PRESCI al Festival di Toronto 2017, adattamento del romanzo El móvil (Il movente), di Javier Cercas. Alle 21 la pellicola “Perfectos Desconocidos”, diretto da Álex de la Iglesia, remake del campione di incassi Perfetti Sconosciuti, di Paolo Genovese.

Il regista maiorchino Agustí Villaronga sarà invece ospite della serata di sabato con suo ultimo film, ”Incerta Glòria” (ore 21), premiato con 7 Premi Gaudí, che affronta la Guerra Civile Spagnola, tratto da un classico della letteratura catalana. Cineasta di culto, esordisce con “Tras el cristal”, spiazzando la critica alla Berlinale del 1986. Il successo definitivo arriva con “Pa negre” (2010), trionfatore ai Goya di quella stagione.

Prima della pellicola di Villaronga, alle 19 sarà proiettato sarà presentato, in anteprima, il film argentino ”La Educación del Rey”, opera prima di Santiago Esteves, che uscirà in sala distribuito da Exit Media. Premio “Cine en Construcción” al Festival di San Sebastián 2017, il film ha i toni epici del western e la snellezza del thriller.

Domenica 10 giugno la chiusura con altre due proiezioni: alle 19 un film per chi ama il flamenco. “Vengo demone flamenco” con la regia di Tony Gatlif è stato presentato alla 57a Mostra di Venezia, e scritto da David Trueba seguendo le improvvisazioni che nascevano sul set. “Vengo” è il film per eccellenza sul flamenco, protagonista Antonio Canales, il grande ballerino di flamenco, nel memorabile ruolo di Caco. Colonna sonora travolgente.

Infine il festival chiude con un thriller ma- gistrale come “Contratiempo”, opera seconda di Oriol Paulo: un giovane uomo d’affari si sveglia in albergo con il cadavere della propria ragazza, con la porta chiusa da dentro e viene accusato di omicidio.

OM

 

Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi
[pro_ad_display_adzone id="159441" random="true"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *