Gratta e Vinci ‘usati’: a Venafro c’è chi (ri)tenta la fortuna pescando tra i rifiuti

Meetness

A Venafro accade un fatto strano, assai particolare, raccontatoci dagli stessi protagonisti: “Quando manca poco alla chiusura di tabacchi, bar e negozi che vendono i “gratta e vinci”, facciamo a chi arriva primo nel negozio per prendere dai cestini della spazzatura i biglietti già grattati e che secondo gli acquirenti non hanno apportato vincite. Dopodiché, rientriamo a casa ed esaminiamo attentamente i tagliandi buttati via. Non di rado troviamo vincite, anche se di pochi euro, che evidentemente erano sfuggite in precedenza”. Riuscite a racimolare parecchio? “Certamente non cifre iperboliche, ma diciamo che alcuni di noi riescono a comprare le sigarette tutto l’anno tramite queste vincite. Con la crisi in atto bisogna pur difendersi ed ingegnarsi!”. Continuerete a farlo? “Prima eravamo in tanti a contenderci i biglietti la sera, ma oggi anche i “gratta e vinci” devono fare i conti con la crisi, per cui se ne comprano di meno e di conseguenza se ne trovano pochi. Ad ogni modo continueremo a farlo, nella speranza di avere la fortuna dalla nostra parte”.

Meetness

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli