Furto e tentata estorsione, arrestato nigeriano

Hotel Palma

Gli uomini della Polizia di Stato di Termoli hanno tratto in arresto J. T. T., nigeriano con permesso di soggiorno scaduto, per furto e tentata estorsione a seguito di una tempestiva attività di indagine attivata dalla denuncia della persona offesa. Quest’ultima, un giovane termolese di anni 18, era stato derubato con destrezza del proprio I Phone modello 5s all’interno di un autobus della linea SATI. Tornato a casa, aveva riferito l’accaduto alla propria madre e con il telefono cellulare di quest’ultima aveva composto il numero del proprio cellulare, ricevendo risposta da un interlocutore che, in lingua inglese, tentava di estorcergli del denaro in cambio della restituzione del cellulare proponendogli lo scambio presso la stazione ferroviaria di Termoli. A seguito della segnalazione di tali accadimenti, personale della Squadra Volante, su autorizzazione del dirigente informato dei fatti, ha organizzato un apposito servizio di polizia giudiziaria in borghese finalizzato al recupero del telefono cellulare e ad assicurare alla giustizia il responsabile. All’appuntamento si sono quindi presentate due persone di colore ed all’atto della consegna del danaro ad uno dei due, questi è stato prontamente bloccato dagli agenti operanti, con il suo arresto in flagranza, mentre l’altro è riuscito a darsi a precipitosa fuga. Dopo averlo sottoposto a perquisizione, l’uomo di colore è stato condotto presso gli uffici del Commissariato ed identificato a mezzo di rilievi foto dattiloscopici risultando titolare di un permesso di soggiorno scaduto di validità ed inoltre, da accertamenti SDI, emergeva a suo carico un rintraccio per notifica inserito dall’Ufficio Immigrazione di Foggia che indicava, qualora fosse stato rintracciato, di notificargli la decisione della Commissione Territoriale competente per territorio circa l’inammissibilità dell’istanza di protezione internazionale. Avvisato immediatamente il P.M. di turno e compiuti gli atti di rito, il nigeriano è stato quindi associato presso la Casa Circondariale di Larino a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *