Filiera ittica e innovazioni tra sequestri e sanzioni

App Quotidiano Popup

Sanzioni amministrative per un totale di quasi 80mila euro, 233 chili di molluschi, 176 chili altre specie ittiche e 9 reti da pesca sequestrate. Diciassette le persone denunciate per reati connessi all’irregolare occupazione di aree demaniali o per innovazioni non autorizzate su aree in concessione con il sequestro preventivo di quattro strutture balneari e di un tratto di pontile galleggiante. Sono i risultati dell’operato portato avanti dalla Capitaneria di Porto di Termoli. Prosegue l’attività di controllo da parte dei militari della Capitaneria di Porto di Termoli e della dipendente Delegazione di Spiaggia delle Isole Tremiti sul rispetto della normativa posta a tutela delle risorse ittiche, dei consumatori finali, del pubblico demanio marittimo e dell’ambiente.

“Nel primo quadrimestre dell’anno in corso – rendono noto dalla Capitaneria di Porto – sono state condotte mirate verifiche, sia sul pubblico demanio marittimo, unitamente a funzionari dell’Agenzia del Demanio di Campobasso, sia sull’intera filiera della pesca, tenuto conto, in quest’ultimo comparto, dei dettami discendenti dalla normativa comunitaria. In particolare sono stati eseguiti frequenti controlli tesi all’individuazione ed al sequestro delle reti da pesca illegali, in quanto l’uso di tali attrezzi è tra le principali cause del danneggiamento della risorsa alieutica, posto che colpisce in modo indiscriminato anche gli esemplari ittici che non hanno ancora raggiunto la maturità riproduttiva (c.d. novellame)”. Sotto la lente anche la filiera della pesca “ponendo particolare attenzione alla tracciabilità dei prodotti ittici e alle truffe in commercio, attività queste – rendono noto sempre dalla Capitaneria di Porto – che tutelano direttamente il consumatore finale. I controlli hanno riguardato Pescherecci, aziende di commercio di prodotti ittici, punti vendita al dettaglio e ristoranti, sull’intero territorio molisano e tremitese”.

A seguito dell’attività svolta sono state contestate sanzioni amministrative per un importo complessivo di poco meno di 80mila euro, sono stati sequestrati 233 chili di molluschi, 176 chili di altre specie ittiche, e 9 reti da pesca illegali. Nello stesso periodo i militari della Guardia Costiera, nell’ambito dei controlli demaniali sul territorio di giurisdizione, che comprende tutta la costa molisana e l’arcipelago delle Isole Tremiti, hanno deferito all’Autorità Giudiziaria 17 persone per reati connessi all’irregolare occupazione di aree demaniali o ad innovazioni non autorizzate su aree in concessione, procedendo altresì al sequestro preventivo di quattro strutture balneari e di un tratto di pontile galleggiante. Parallelamente sono proseguiti i controlli in materia ambientale, che hanno portato all’individuazione ed al sequestro penale di una discarica abusiva di rifiuti di circa 400 metri quadri, sul litorale del Comune di Campomarino.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *