Fiat, attesa per il nuovo piano industriale

50k visualizzazioni

L’annuncio ufficiale verrà dato solo nella giornata di oggi quando l’amministratore delegato di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, annuncerà il nuovo piano industriale della casa automobilistica più importante di Italia. Fiato sospeso anche a Termoli dove già da qualche giorno gli animi sono preoccupati in vista dell’annuncio che farà Marchionne rispetto alle nuove ‘intenzioni produttive’ della casa automobilistica torinese. Stando alle indiscrezioni, in parte confermate anche sul sito de “Il Sole24 Ore”, ci dovrebbe essere lo spostamento della produzione della Panda da Pomigliano alla Polonia con un ridimensionamento che dovrebbe prevedere l’addio nei prossimi anni sia della Punto e forse anche della Tipo.

Un clima di cambiamenti e incertezze che stanno preoccupando anche i lavoratori termolesi considerando che lo stabilimento di contrada Rivolta del Re produce il motore 8 valvole e il cambio C520 che vengono montati proprio sulla Panda. “Noi forniamo i motori alla Panda e alla Punto – ha affermato il segretario regionale della Fim-Cisl Riccardo Mascolo contattato telefonicamente – bisogna, però, specificare che l’8 valvole è un motore datato che sta finendo ma che comunque produciamo in quantità visto che ne produciamo 2500 al giorno. Bisogna anche dire che la Panda sarà comunque ancora prodotta anche se verrà spostata da Pomigliano alla Polonia e noi continueremo a fare i motori che saranno spediti in Polonia. Il problema – ha proseguito Mascolo – è rappresentato dal cambio C520 che viene montato per i motori diesel e tutti sappiamo che la produzione di questo tipo di motori dovrebbe andare finendo sostituita da un prodotto nuovo.

Certo siamo preoccupati visto che siamo scesi come produzione da 1800 a 1300 cambi ma al momento si sta attuando una sorta di mobilità interna, nel senso che si stanno spostando i dipendenti da un reparto all’altro”. Una situazione che, secondo Mascolo, potrebbe facilmente e velocemente rientrare “con la produzione di nuovi prodotti. Aspettiamo l’annuncio che farà l’amministratore delegato Sergio Marchionne rispetto al nuovo piano industriale”. Un annuncio che dovrebbe comprendere anche la decisione della Fiat di non produrre più auto di fascia medio/bassa come la Punto che dovrebbe scomparire dal mercato. “In alternativa, però – ha proseguito Mascolo – ci dovrebbero essere dei nuovi prodotti sia a Cassino che a Pomigliano. Si parla di macchine di grande cilindrata. Bisogna aspettare, è inutile fasciarsi la testa prima di cadere. Aspettiamo l’annuncio e poi vediamo”. E mentre a Termoli va avanti la produzione nella ‘nuova ala’ dove vengono ‘sfornati’ i motori a benzina della gamma alta T4 e V6, il Cobas ha annunciato proprio per oggi uno sciopero “contro il piano industriale di Fca che prevederà la cessazione della produzione di vetture della gamma medio/bassa negli stabilimenti italiani. Dopo più di un secolo di produzione di autovetture utilitarie – affermano dal sindacato – si punterà alla realizzazione di modelli di gamma alta.

I modelli che hanno garantito a Fiat prima e Fca dopo di sopravvivere alla crisi industriale degli ultimi decenni non si faranno più in Italia. Tutti sappiamo che non ci sarà posto per decine di migliaia di lavoratori Fca nel prossimo piano disindustriale, lavoratori che – va ricordato – stanno già soffrendo da anni i sacrifici imposti dal padrone, anche in termini economici. Con la produzione in Italia di soli SUV e berline di lusso si perderanno migliaia di posti di lavoro, e questo non possiamo permettercelo. E’ arrivato il momento di unire le forze operaie, sociali e sindacali. Invitiamo quindi tutti i sindacati a proclamare per il giorno 1 giugno 8 ore di sciopero a turno in tutti gli stabilimenti Fca e indotti. Invitiamo tutti i lavoratori e i cittadini che potranno raggiungere Balocco il giorno 1 giugno ad unirsi alla manifestazione che gli operai autorganizzati Fiat Fca stanno organizzando per quella occasione”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *