Erba tagliata grazie a pochi tifosi, ora urge l’intervento del Comune

Nuovarreda

Da tre giorni lavorano ininterrottamen- te per ridare dignità e orgoglio a un campo che meriterebbe maggiore rispetto da parte di tutti. Parliamo di quattro tifosi che, mattina e pomeriggio, hanno provveduto a sfalciare l’erba che era diventata molto alta a Selvapiana e nei limiti del possibile a fare un po’ di pulizia nel catino di casa nostra (l’azienda Del Colle ha lavorato sul manto il primo giorno, ndr).

L’iniziativa è di Goffredo Iorio, già giardiniere rossoblù ma anche e soprattutto grande sostenitore del Lupo da sempre. Ora però serve l’intervento urgente da parte del Comune. Infatti, l’erba si è ingiallita a causa del caldo e dell’incuria e necessita di tanta acqua. Il problema è che due irrigatori non funzionano e quindi il campo viene innaffiato per il 70 percento. La restante parte bisogna farla a mano.

“Purtroppo in questi giorni non si è visto nessun rappresentante del Comune e questo ci dispiace” dice qualcuno dei tifosi impegnati sul terreno di gioco campobassano. C’è da aggiungere che il campo è dotato di un sistema di ultima generazione che permette all’unisono innaffiamento e concimazione ma purtroppo non si può mettere in moto proprio per- ché due irrigatori non possono essere messi in funzione. “E il terreno va in carenza alimentare”, per dirla in gergo tecnico. Non è tutto, perché il fossato è lasciato al suo destino: acque putride, ratti, bisce e zanzare dominano. Anche in questo caso si richiede un intervento da parte dell’amministrazione comunale.

 

Nuovarreda

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli