Droga, richiedente asilo finisce in manette

E’ stato arrestato dai Carabinieri di Isernia, nell’ambito di un controllo antidroga eseguito nella serata di ieri nei pressi del terminal bus adiacente lo scalo ferroviario di Isernia, un 30enne di origine nordafricana attualmente ospite presso un centro di accoglienza temporaneo della provincia con lo status di richiedente asilo. I militari hanno notato un via vai di giovani isernini che si avvicinavano con fare sospetto all’immigrato per poi allontanarsi velocemente dal luogo. I Carabinieri già da tempo impegnati nel contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti nel capoluogo pentro, hanno deciso di procedere ad un controllo più approfondito, ma l’immigrato al fine di evitare la perquisizione personale ha opposto resistenza ai militari intervenuti, tentando anche di darsi alla fuga. Immediatamente bloccato è stato condotto in caserma dove nei suoi confronti è scattato l’arresto in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale ed il conseguente trasferimento presso la casa circondariale di Isernia. Solo qualche giorno fa, nel corso di un’altra operazione i Carabinieri di Isernia, hanno inferto un duro colpo al traffico di droga arrestando in flagranza di reato un “corriere” che dalla Campania trasportava cocaina da immettere sul mercato dello spaccio di Isernia ed altre province limitrofe.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Una risposta su “Droga, richiedente asilo finisce in manette

  1. emanuela

    Spero che questo basti a non concedere l’asilo quali che siano le precedenti”credenziali” dell’uomo, da rispedire subito al suo paese d’origine!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *