Consulta femminile, la neo presidente D’Alessio: “Essenziale fare rete”

Norelli

CAMPOBASSO. È un organismo che si interfaccia con le istituzioni comunali e non solo. La Consulta femminile comunale ha visto in questi giorni l’elezione della presidente Teresa D’Alessio e della vicepresidente Marisa Biasella, ufficializzate questa mattina in occasione di una conferenza stampa a Palazzo San Giorgio. Al momento la Consulta è composta da varie associazioni presenti sul territorio, dalle forze femminili dei partiti presenti in Consiglio e Giunta Comunale, dalla consigliera di parità della Regione Molise e dalle rappresentanti di organismi sindacali. “C’è dietro una grande forza spirituale, in questo momento abbiamo bisogno di inserirci di più nei contesti istituzionali per apportare un contributo – ha spiegato la neoeletta presidente, illustrando le finalità più importanti di questo organo, che può esprimere il proprio parere sulla programmazione comunale e sugli atti deliberativi che hanno maggiore incidenza sulla condizione delle donne e favorire la partecipazione attiva alle decisioni amministrative che riguardano la vita delle donne in città. Giunta alla presidenza dopo 12 anni di impegno e contributo crescente nella Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari) Teresa D’Alessio vuole portare avanti un progetto nazionale di Teaming UP, ovvero quello di fare rete con istituzioni presenti sul territorio e con altre associazioni. “La consulta è aperta, se altre anime femminili, di associazioni, volessero aderire saremo ben pronte ad accoglierle” così la D’Alessio invita alla partecipazione altre associazioni professionali e di servizio femminili per contribuire alla promozione di iniziative importanti per l’emancipazione delle donne.

 

 

 

 

 

Norelli

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli