Comunali. E’ sfida a 4 a Larino, probabile esclusione per lista ‘Larinascita’

Hair Fashion Studio

di Alessandro Cristina

LARINO. Les jeux sont faits, i giochi sono fatti… o per meglio dire le liste dei candidati a sindaco e al Consiglio comunale sono fatte. Nella mattinata di ieri, infatti, sono state presentate nelle segreterie comunali le liste ufficialmente messe in campo nelle elezioni amministrative del prossimo 10 giugno, andando così a definire gli scacchieri politici e dare il via a questa nuova – la terza quest’anno – tornata elettorale. Quattro le comunità chiamate al voto nella cosiddetta area del cratere: Ripabottoni, Colletorto, Montorio nei Frentani e Larino. Nel paese di San Pardo e dell’anfiteatro romano si chiude, senza secondi tentativi, l’esperienza amministrativa maturata in seno alla Fabbrica delle Idee, con la ‘compagine’ politica capitanata dal sindaco Vincenzo Notarangelo che si appresta a lasciare la direzione di Palazzo Ducale ad uno dei quattro competitor scesi in gara. A contendersi la fascia tricolore saranno: Pino Puchetti, 49 anni, insegnante, ex amministratore comunale e componente del direttivo dei circolo del Partito Democratico frentano, a capo della lista “SiAmo Larino”. A seguire, con “Noi per Larino”, l’ex medico 66enne Franco Rainone, figura molto conosciuta a Larino non solo per la sua professione ma anche per essere stato in passato assessore provinciale e vice sindaco con la Giunta Sabetti. Una candidatura, la sua, molto vicina alla Lega di Salvini e alla consigliera regionale Aida Romagnuolo. Terzo candidato Vito Di Maria, commercialista la cui candidatura sembra essere vicina al neo presidente Toma, alla guida della lista “Il Germoglio”. Ed infine, il segretario del movimento civico Larinascita, Luca Fagnani. Giovane avvocato pronto a riaffermare le proposte di un movimento dichiaratamente apartitico e presente nella scena locale da ormai 10 anni. Su questo punto , però, doveroso segnalare alcune indiscrezioni secondo le quali la quest’ultima lista potrebbe essere esclusa dalla corsa elettorale a causa di alcune presunte irregolarità nella composizione delle liste. Ovviamente la tornata elettorale di Larino è quella più sentita, e forse quella più agguerrita, ma non meno avvincente si prospetta la sfida a Ripabottoni. Qui, escludendo le quattro liste di guardia penitenziarie, a contendersi la poltrona di primo cittadino saranno il sindaco uscente, Orazio Civetta, con “Uniti per Ripabottoni” e Domenico Piedimonte , agente di Polizia e attuale capogruppo di opposizione, supportato dalla lista “Il Bene in Comune per Ripabottoni”. A Montorio nei Frentani l’attuale sindaco Pellegrino Nino Ponte punta ad una riconferma da parte della sua comunità. Il suo diretto avversario è Andrea Albino, ma ci sono anche le liste civetta capeggiate da Enzo Cirella, Enrico Scigliano e Giampaolo Villano. Clamoroso e inaspettato quanto accaduto a Colletorto. Nella giornata di ieri presso la segreteria del Comune guidato da Carlo de Simone è giunta una sola lista, quella di “Un futuro per Colletorto” capeggiata da Cosimo Damiano Mele. Nonostante i fermenti delle ultime settimane in municipio non sono arrivate altre liste con relativi candidati. In questo caso occorre un’affluenza del cinquanta per cento più uno degli elettori: in caso contrario il Comune sarà commissariato.

 

Hair Fashion Studio

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli