Centro storico, Comune al fianco dei commercianti

Pieno supporto, da parte dell’amministrazione comunale, all’associazione commercianti ed artigiano centro storico di Isernia. Lo ha confermato l’assessore al Turismo e al Marketing territoriale Eugenio Kniahynicki, presente all’incontro di giovedì pomeriggio a Palazzo San Francesco, in cui l’associazione ha illustrato le proprie proposte e iniziative per la rivitalizzazione dell’area antica della città ed evidenziato le problematiche maggiori. “Problemi decennali – ha commentato Kniahynicki – che conosciamo e vogliamo affrontare. Alcune cose sono già rientrate nella programmazione triennale, altre saranno inserite. E molte delle problematiche che ci sono state sottoposte speriamo di risolverle in un breve periodo. Altre non sono di stretta competenza del Comune, perché si è parlato anche di questioni legate alla Regione e al Ministero con il complesso monumentale di Santa Maria delle Monache e Palazzo Jadopi. Ma c’è sicuramente il supporto, da parte dell’amministrazione comunale, affinché siano risolte anche queste altre situazioni: anche se gli interlocutori, in questi casi, sono altri, fiancheggeremo i commercianti e sono certo che i commercianti fiancheggeranno noi”. Tra gli interventi già inseriti nel piano delle opere pubbliche, l’assessore ha fatto l’esempio del Museo Civico: “Stiamo facendo un grosso lavoro – ha spiegato – a partire dalle serate proposte dal commissario pro tempore Duilio Vigliotti. Anche qui stiamo lavorando per risolvere la situazione, dato che il precedente regolamento prevedeva la decadenza del direttivo del Museo con la decadenza dell’amministrazione. Le due cose, secondo noi, devono essere slegate perché il Museo Civico deve continuare a vivere e a produrre anche in assenza di un’amministrazione politica e quindi anche in fase commissariale. Cosa che speriamo non accada più ad Isernia perché ha portato a delle problematiche amministrative molto importanti. Stiamo lavorando anche alla rivitalizzazione del centro storico creando degli eventi ad hoc, e lo stiamo facendo non solo per la parte antica della città, perché l’intero capoluogo ha bisogno di una linfa vitale nuova”. Progetti che l’assessorato che fa capo all’esponente di Fratelli d’Italia, col contributo di altri consiglieri, sta portando avanti anche per la riqualificazione del quartiere San Lazzaro delle quattro strade portanti del commercio cittadino, ovvero corso Garibaldi, via XXIV maggio, via Giovanni XXIII e corso Risorgimento. Il Comune, in ogni caso, è già pronto ad accogliere alcune delle proposte presentate dall’associazione commercianti e artigiani. Prime tra tutte quelle relative alla richiesta di ampliamento e miglioramento delle aree per il parcheggio e della sperimentazione di un’isola pedonale. “Uno dei progetti a cui stiamo già lavorando e che speriamo di portare a termine in breve periodo – ha sottolineato Kniahynicki – riguarda le aree per la sosta. Ed è quello di rendere fruibile il parcheggio di via Occidentale e rimettere a posto e rendere più agevole il parcheggio di via Orientale. Ciò per far sì che il centro storico di Isernia diventi come quello di tante altre città alle quali non ci sentiamo di essere secondi per importanza. I centri storici solitamente si vivono a piedi. Quindi l’idea, ovviamente graduale, è quella di abituarci a rivivere il nostro centro storico a piedi e non più utilizzando le auto. Naturalmente per fare questo il processo va strutturato in maniera adeguata, per consentire il minor numero di disagi possibile alla cittadinanza. Discorso differente è quello dei parcheggi a pagamento. Essendo scaduto il contratto con Metropark è tutto da rivedere, quindi insieme ai commercianti si può valutare l’idea di sostituire le strisce blu con disco orario e creare anche nuove zone parcheggio”. Particolare apprezzamento è stato espresso dall’esponente dell’esecutivo su alcune delle iniziative dell’associazione: “Mi è piaciuto particolarmente quello che si diceva, negli interventi, per quanto riguardo il turismo, perché coincide col pensiero politico dell’attuale amministrazione. Ossia che il punto di arrivo del turismo a Isernia è senza ombra di dubbio il centro storico, che parte dall’ex lavatoio fino ad arrivare alle porte più basse della città antica. Stiamo lavorando a un progetto per poter creare un vero e proprio ufficio turistico che non si occupi solo di informazione, perché un info-point lo abbiamo già, ma che operi in senso più ampio per supplire a quelle che sono le lacune che abbiamo riscontrato materialmente. A partire dalla cosa più semplice, come una cartina che evidenzi i luoghi simbolo della città da visitare o dei percorsi veri e propri che potremmo proporre attraverso tale ufficio”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *