Casacalenda, a rischio la formazione della prima classe dell’IPIA

Campomarino, Montenero di Bisaccia, Larino, e come se non bastasse al lungo elenco si aggiunge oggi anche Cascalenda. Lo spettro del ridimensionamento scolastico grava anche sul comune guidato dal sindaco Giambarba, costretto a fronteggiare a pochi giorni dalla riapertura delle attività didattiche la paventata soppressione della Prima classe dell’Istituto Professionale, operata dall’Ufficio Scolastico Regionale e di cui si è venuti a conoscenza grazie unicamente ad una telefonata effettuata da un collaboratore dell’Istituto Omnicomprensivo di Casacalenda.

La questione è stata oggetto del consiglio comunale svoltosi ieri, ed inserita in uno specifico ordine del giorno approvato dall’assise ed inviato al responsabile dell’ambito territoriale del Ministero a Campobasso – Prof. Giuseppe Colombo, al Presidente della Giunta Regionale Paolo Di Laura Frattura, al Presidente della Commissione Regionale Competente, ai sindaci dei Comuni interessati, e al Dirigente scolastico Istituto omnicomprensivo. Nel documento si mette in evidenza come “tale difficoltà era realmente presente fin dal Febbraio, ma che di questa situazione l’Amministrazione Comunale non ne era stata messa al corrente”, e che se errore c’è stato sarebbe da ricercare nella comunicazione tardiva degli iscritti”.

Giambarba e la sua squadra poi evidenziano “l’esito negativo dell’incontro effettuato dal Sindaco e dal Dirigente Scolastico presso l’Ufficio Scolastico Regionale alla presenza della dottoressa Sabatini”, la quale, in quell’occasione, “ribadiva la impossibilità a derogare sulla scelta attuata a norma di legge”, nonché come ad oggi “nessuna novità è pervenuta da parte del Presidente della Giunta Regionale interessato dal Sindaco immediatamente prima e dopo l’incontro con la dottoressa Sabatini. Lo scenario apertosi con questo provvedimento continua a destare preoccupazioni. “Senza ombra di dubbio, la scuola rappresenta per la nostra Comunità una realtà necessaria ed indispensabile per la stessa esistenza” fanno sapere dall’amministrazione. Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *