CANONE RAI – Una spada sulla testa degli italiani

App Quotidiano Popup

Ormai dal luglio 2016 il canone della Rai compare tra le voci della bolletta elettrica al costo di 9 euro mensili per la durata di 10 mesi. Un cambiamento che ha generato tanta confusione, principalmente per chi ha fatto richiesta di esenzione sia perché ha superato i 75 anni di età senza superare la soglia di reddito annuo di 6.713 euro, oppure per chi non possiede la Tv ma ha presentato precedentemente richiesta di esonero all’Agenzia delle Entrate.

I diplomatici, i militari e funzionari di diverse istituzioni sono esonerati dall’obbligo del pagamento del canone. Le sanzioni per mancato pagamento va dai 180 ai 580 euro. In caso di dichiarazione di esonero falsa, in base all’articolo 483 del codice penale, si rischiano da due anni di carcere per reato di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico. Per i proprietari di seconde case, il canone non è dovuto se la casa non risulta fittata, in caso contrario, sarà l’inquilino a dover pagare il canone Rai.

Per chiedere il rimborso quando il canone non è dovuto, basta scaricare un modulo presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Attenzione però alle dichiarazioni mendaci, perché mentire sul mancato possesso della TV, oltre a comportare una sanzione pecuniaria, diventa reato per cui è prevista anche la pena detentiva. Jiil

 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *