Campobasso, ordine del giorno per chiedere la riduzione dell’Iva sui servizi essenziali

È stato votato all’unanimità l’ordine del giorno, primo firmatario il consigliere del Pd Carlo Landolfi con il quale si chiederà, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dell’Economia, l’abbattimento del costo delle forniture di acqua, energia elettrica e risorse energetiche per il riscaldamento, attraverso la riduzione dell’Iva al 4% unificata per tutte le forniture di servizi essenziali purché relative alla prima casa.

“Un ordine del giorno che – spiega Carlo Landolfi – va a beneficio, di tutte le famiglie italiane in particolare di quella fetta di popolazione che versa in gravi difficoltà economiche, come anche piccoli artigiani e commercianti. Un modo per essere loro vicini, per dare voce alle tante richieste e per evitare che il mancato pagamento delle bollette, non per premeditata insolvenza ma per effettiva mancanza di disponibilità, dia il via a procedure di pignoramento che andrebbero a peggiorare un quadro economico già fin troppo complicato di famiglie, artigiani e commercianti. Questo documento, apprezzato e votato all’unanimità dall’Assise, a cui vanno i miei ringraziamenti e di quanti come me lo hanno sottoscritto, ci dà la possibilità di far inviare l’odg che ha avuto l’ok del Consiglio, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e al Ministero dell’Economia per chiedere l’effettiva riduzione dell’Iva. Un gesto concreto che ben si inserisce in questo panorama di difficoltà piuttosto esteso”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *