Bit Milano, successo per le bellezze della Provincia di Isernia

[pro_ad_display_adzone id="159437" random="true"]

La provincia di Iserrnia e le bellezze storiche, culturali e turistiche dell’Altomolise hanno avuto tutto lo spazio che meritavano alla Bit di Milano. Lo stand a cupola del Molise, ideato da Luca Mastrangelo, ultratecnologico, con poltrone per godersi le immagini tridimensionali dei paesaggi del Molise e la possibilità di acquistare i pacchetti viaggio durante le 4 stagioni ha suscitato stupore e meraviglia. In tanti si sono assiepati nei 100 metri quadri aperti sui lati, caratterizzati da una cupola che ha conquistato da subito i presenti. Entusiasta il commissario straordinario dell’Azienda Autonoma di soggiorno e turismo di Termoli, Remo Di Giandomenico, al lavoro per l’organizzazione dallo scorso mese di maggio.

“Abbiamo suscitato emozioni ed interesse in tutti coloro che si sono affacciati da subito allo stand ha commentato Di Giandomenico – il Molise e le proposte del territorio hanno attirato le attenzioni dei presenti”. Applausi, tanti applausi e complimenti anche per lo chef Antonio Terzano che a suo modo ha saputo rappresentare il Molise. “Osmosi”, questo il nome del piatto preparato, ha saputo raccontare una realtà che ha sempre tanto da offrire. Dalle pietanze, tutte rigorosamente molisane, fino ad arrivare ai luoghi di provenienza. Dal mare alla montagna passando per la collina. Lo show cooking di fatto ha concluso l’edizione 2018 della Bit nella quale il Molise aveva i fari puntato addosso dopo il gran successo dello scorso anno. Ma tutto è stato impeccabile, dallo stand passando per l’organizzazione ed i servizi offerti.

Tantissimi anche questa volta, tutti entusiasti della cupola che proiettava all’infinito le immagini più belle della terra molisana, ma anche dei visori che hanno offerto un valore aggiunto rappresentando un viaggio virtuale in Molise, anche se c’è stato un errore tecnico nel caricare le foto relative a Sepino. Uno svarione accidentale provocato da un link sbagliato che ha sollevato qualche polemica, ma a cui è stato subito posto rimedio e che non inficia assolutamente il valore globale di una proposta tecnologica e commerciale validissima che ha fatto dello stand molisano il più moderno e ammirato dell’esposizione. Il tutto grazie al lavoro svolto da Remo Di Giandomenico e dai suoi collaboratori. Senza sosta, anche il lavoro dei compratori che hanno totalizzato duecento incontri nei quali la regione, il suo territorio e la sua offerta hanno trovato i giusti riscontri. Riscontri avuti anche tramite il portale web moliseinbit.info. Lo chef Terzano, a piatto ultimato, ha voluto a fianco a se il commissario dell’Aast Remo Di Giandomenico che lo ha invitato in Bit per raccontare con la sua cucina il Molise ed i suoi sapori. “Il Molise è una realtà che forse è difficile trovare – ha detto Di Giandomenico – ma quando lo si trova, esce tutta la sua maraviglia. Si tratta di un posto pieno di arte, di cultura, tradizioni e produttori. E’ un grande gioco di emozioni, e oggi ne abbiamo avuto la prova”.

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi
[pro_ad_display_adzone id="159441" random="true"]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *