Bando periferie urbane, approvato lo schema di convenzione

Evos

Bando per le periferie urbane, il Comune di Isernia a un passo dal via libera all’iter per l’avvio dei 18 interventi che compongono il progetto generale di riqualificazione della città. Il sindaco d’Apollonio, qualche settimana fa, si era detto fiducioso circa ulteriori passi in avanti a breve termine, preannunciando che Isernia sarebbe rientrata nella prossima tranche di erogazione dei finanziamenti. E proprio lo scorso 4 dicembre la Giunta comunale ha approvato lo schema della convenzione proposta dal segretariato generale della Presidenza del Consiglio dei ministri, atto propedeutico alla concessione del finanziamento relativo al Programma straordinario per la Riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie. “Come si ricorderà – fanno sapere da Palazzo San Francesco – il Comune di Isernia ha partecipato al cosiddetto ‘Bando Periferie’, candidando il proprio progetto integrato, composto di 18 interventi. Il progetto è stato giudicato favorevolmente dalla Commissione di valutazione costituita presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, classificandosi all’86° posto fra i 120 progetti vincitori presentati dalle città metropolitane e dai capoluoghi di provincia italiani”. Il prossimo step, ormai vicino, è proprio quello della formalizzazione della concessione della somma prevista. «Il finanziamento che lo Stato sta per erogare al nostro Comune – ha dichiarato il sindaco Giacomo d’Apollonio – ammonta a 10 milioni e 644mila euro che, insieme ad altre risorse pubbliche e private, coprirà i costi necessari alla realizzazione di tutti gli interventi previsti nel progetto, per un importo complessivo di oltre 14 milioni di euro. Gli interventi, per i quali sarà necessario approvare i progetti definitivi ed esecutivi prima di procedere all’affidamento – ha aggiunto d’Apollonio – riguardano la realizzazione del museo emozionale e della sede dell’alta formazione e della finanza innovativa all’interno del complesso dell’auditorium Unità d’Italia, il recupero di una serie di edifici comunali già destinati alla didattica ed al social-housing, la valorizzazione a fini ricreativi e sportivi di spazi pubblici di interesse ambientale e insediativo, l’integrazione di infrastrutture ciclabili e per il traffico, azioni di welfare, economia circolare e tutela ambientale attiva, nonché interventi finalizzati alla creazione del parco progetti, all’instaurazione di partenariati pubblico-privati e ad indagini conoscitive del contesto territoriale utili al fine della partecipazione ai prossimi bandi di finanziamento”. Allo scopo di perseguire il proprio impegno politico, la massima divulgazione e il coinvolgimento dei cittadini nelle attività amministrative, il sindaco e la sua giunta hanno reso disponibili tutti gli atti del procedimento e l’intero progetto sul sito istituzionale del Comune, alla pagina Politiche Pubbliche, e si accingono a indire nuovi laboratori di partecipazione attiva in prosecuzione di quelli già tenuti nel corso degli ultimi mesi e che si sono dimostrati determinanti per il conseguimento dell’ottima posizione in graduatoria.

 

 

 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *