Bando periferie urbane, ad aprile la firma della convenzione

La notizia dello stanziamento, da parte del Cipe, della somma ulteriore di 800 milioni destinati a finanziare i progetti per la riqualificazione delle periferie urbane ha determinato un’ulteriore accelerata all’iter che il Comune di Isernia sta seguendo per la progettazione degli interventi in cantiere. L’amministrazione ha partecipato al bando nazionale, presentando 18 progetti per riqualificare diverse aree e strutture (tra cui Auditorium, il completamento del complesso dell’Acqua Solfurea, il recupero di immobili comunali) per un finanziamento di oltre 10 milioni di euro. Il Comune pentro, destinatario del finanziamento richiesto, è collocato all’86° posto in graduatoria e attualmente sono stati siglati i protocolli d’intesa con le prime 24 città. In vista di uno snellimento dell’iter derivante dal nuovo stanziamento, l’amministrazione sta abbreviando ancor di più i tempi, nell’ipotesi che venga data priorità agli enti con la documentazione già pronta. Attualmente il bando è seguito da un responsabile unico del procedimento che è responsabile dell’intervento nel suo complesso ma il Comune, ha spiegato il sindaco Giacomo d’Apollonio, si appresta a nominare i Rup di tutti i singoli interventi: “Stiamo individuando, nell’ambito dei funzionari del Comune, chi potrà svolgere il ruolo di responsabile unico. Per alcuni casi servirà anche un ausilio esterno al Rup, per accelerare le cose. Poi dovremo affidare gli incarichi di progettazione”. Per diversi interventi la progettazione c’è già, poiché si tratta di “progetti che erano stati accantonati e che abbiamo rispolverato”. Sull’iter, il primo cittadino ha detto: “Abbiamo stabilito un contatto con l’Anci, per poter essere aggiornati sempre in tempo reale. E abbiamo capito che probabilmente andranno avanti in base a chi è ‘più pronto’. Ossia cercheranno di rivolgersi subito a chi sta avanti e gli altri verranno dopo. Se è così, anche se ancora non è stato formalizzato nulla, noi dobbiamo cercare di fare il più possibile”. I tempi, per Isernia, non dovrebbero essere lunghi: “Se tutto andrà come io penso – ha spiegato il sindaco – può darsi che già che entro la prima metà di aprile potremmo andare a Palazzo Chigi a firmare la convenzione. Dalla convenzione, poi, avremo 60 giorni per presentare i progetti. Quindi abbiano un altro po’ di tempo”. Ma l’obiettivo è quello di far presto: “Con lo stanziamento di questi fondi aggiuntivi per 800 milioni, anche se non è stato specificato nulla a riguardo, potrebbe accadere che vengano chiamati prima i Comuni che hanno tutta la documentazione pronta per gli interventi da effettuare. Per questo noi non verremmo scalare nella graduatoria”. c.m.

 

  Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *