Agricoltura allo stremo, in Basso Molise si spera solo nella pioggia

Ottica di salvatore

Nei territori di Montenero e Mafalda di disagi particolari ancora non ne vengono segnalati. Una cosa, però, gli agricoltori del basso Molise la sanno: se non dovesse piovere nel giro di pochi giorni la situazione potrebbe diventare decisamente più ‘allarmante’.

La Diga di Chiauci a secco sta, infatti, comportando il fatto che l’acqua non arriva più negli impianti che servono i terreni in territorio di Montenero e Mafalda tanto che le risorse sempre più esigue stanno rendendo complicata la gestione degli interventi dedicati all’agricoltura che sta risentendo più di tutto della siccità di quest’anno. Se non piove, infatti, non ci sono alternative e nelle campagne le aziende agricole devono fare i conti con le riserve e con le altre misure dell’ultima ora per non far seccare le piante e le colture. Il Consorzio di Bonifica Trigno-Biferno dispone di vasche di emergenza dove vengono convogliate le acque per affrontare eventuali criticità ma anche queste sono in via di esaurimento. Più di qualcuno, quindi, sta sperando che la pioggia non tardi ad arrivare in maniera da tirare un sospiro di sollievo e permettere al terreno ‘spaccato’ dal caldo di ‘ammorbidirsi’. Vuoi ricevere questa ed altre notizie direttamente sul tuo cellulare? Semplice! Invia il testo NEWS SI con un normale sms al nostro numero +39 3201122791 e riceverai quotidianamente sms informativi gratuiti per essere aggiornato in tempo reale sulle principali notizie della regione. Inoltre sempre a questo numero potrai inviarci segnalazioni foto/video di qualsiasi natura tramite WhatsApp

Vuoi accedere al contenuto completo di tutti gli articoli del miglior quotidiano d'informazione del Molise?


Già abbonato? Accedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *