A Roma più in fretta col treno, in arrivo 50 milioni per linea elettrificata

Di Rienzo

Natale è già passato e i regali arrivano dopo. Niente più tempi biblici da Campobasso a Roma in treno con l’elettrificazione dell’intera linea che riduce i tempi di percorrenza dalle attuali 3 alle 2 ore e mezzo fino ad arrivare all’auspicata ora e un quarto. Interventi importanti che sarà possibile attuare grazie ai 50 milioni di euro previste dalla ultima delibera Cipe. Ad annunciarlo questa mattina, in occasione di una conferenza stampa, il Presidente Paolo di Laura Frattura e l’assessore ai trasporti Pierpaolo Nagni che ha affermato: “Un successo clamoroso per il Molise, perchè gli ultimi investimenti sulle reti ferroviarie erano fermi ai 2004, con l’acquisto di un treno Minuetto”.

Si tratta di fondi che si aggiungono ai 30 mln già stanziati per la realizzazione dei cantieri da Roccaravindola a Isernia.

Inoltre, l’investimento con Rete Ferroviaria italiana non consentirà solo l’elettrificazione dell’intera linea molisana (da sempre sotto accusa) entro il 2021 ma anche l’arrivo di nuovi treni elettrici in sostituzione di quelli a gasolio. A lavori finiti il risultato – a detta di Nagni e Frattura – condurrà ad un aumento della velocità sulla tratta del 30%.

Un’altra importante novità resa nota oggi è quella relativa al cosiddetto “binario dimenticato di Dio”: il 20 Bis. Infatti, da lunedì, ogni giorno, due treni da e per Campobasso arriveranno e partiranno dai binari centrali della stazione Termini e non più da quello periferico.

 

Di Rienzo

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli