A fuoco abitazione a Toro, famiglia perde tutto: scatta la solidarietà

Fiamme in pieno centro storico

Hair Fashion Studio

TORO

Le fiamme, il fumo denso e acre, la disperazione, le grida d’aiuto, la fuga e l’arrivo dei soccorsi. Un primo pomeriggio da brividi quello che è stato vissuto a Toro verso le 14,30 nel cuore del centro storico, laddove un dedalo di vicoli e viuzze circoscrive la quotidianità restituendo l’immagine di un paese scosso e sconcertato per quanto accaduto. Perché una famiglia aveva appena visto con i propri occhi annientare gli anni di sacrifici fatti per costruire una casa degna di questo nome e dignitosa per tutti i suoi componenti. Gente perbene che ora dovrà fare i conti con un domani inaspettato e crudele. Perché che il fuoco che sfugge al controllo non si ferma davanti a nulla, si alimenta con tutto e semina distruzione. Così come hanno fatto le fiamme che si sono sprigionate all’interno di quella casa il cui interno è stato quasi completamente incenerito. L’apparente calma di un pomeriggio di fine estate è stata interrotta dallo stridere delle sirene dei Vigili del fuoco i cui mezzi si sono dovuti fermare proprio davanti alla Chiesa Madre e in via Occidentale perché andare oltre era impossibile.
Centinaia di metri di idranti sono stati srotolati in un batter d’occhio, ma domare quel maledetto incendio non è stato facile. La nuvola di fumo nero si è alzata alta in cielo mettendo in allarme tutta la popolazione che ha assistito inerme a quella tragedia che si stava consumando.
Solo dopo diverse ore, mentre il sole già stava per calare, i vigili del fuoco hanno potuto concludere le operazioni di bonifica utili a mettere in sicurezza anche le altre case attigue, tutte abitate. All’interno della casa, al momento dello scoppio dell’incendio, pare ci fossero solo due persone, entrambe sono riuscite a mettersi in salvo e, in lacrime, guardare la devastazione totale. Mobili, suppellettili, abiti, arredi: tutto bruciato.
Anni di duro lavoro di due genitori spazzato via nel giro di qualche ora. Risalire alle cause del rogo accidentale è compito del Nucleo Investigativo dei Vigili del fuoco, ma le prime indiscrezioni parlano di un problema al boiler dello scaldabagno a legna. Serve a poco capire l’origine quando di fronte si presenta un problema così devastante. Il sindaco di Toro, Roberto Quercio, è stato fra i primi ad accorrere in via Di Sopra e da parte sua non sono mancate parole di conforto ai componenti della famiglia.
A Toro vive una piccola comunità che, seppure nelle sue contraddizioni, saprà stare vicina alla famiglia colpita e cacciata di casa da un rogo maledetto. A tal proposito c’è da segnalare un’iniziativa già partita in paese: si sta effettuando una raccolta fondi per sostenere anche economicamente la famiglia. Tramite whatsapp è stato raggiunto già il numero limite per la costituzione di un gruppo di 300 persone aderenti. Da lunedì sarà possibile effettuare donazioni su un conto corrente che verrà aperto all’ufficio postale di Toro.

Hair Fashion Studio

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli